domenica 31 ottobre 2010

Clouds in a Pocket - Ten Blown Feathers - 2010 [Streaming]

Ultimo nato in casa Canebagnato Records è Clouds in a Pocket, alias di Paolo Tedesco. Con la sua musica che sa essere malinconica e dolce e... Come foglie soffiate dal vento in questo autunno breve che cede il passo al freddo più gelido e impietoso dell'inverno alle porte. Colonna sonora adatta a viali alberati e tramonti in slow motion. Enjoy!


Clouds in a Pocket
Ten Blown Feathers
2010
Canebagnato Records

Tracklist:
1. So Sorry (Still Bleeding)
2. John Winston Lennon
3. Bruises
4. Lullaby
5. Hannibal Lecter
6. Run Milan Run
7. Oh, Elizabette!
8. Cry + Cry
9. Tunafish Can For Lunch
10. Rabbits And Fairytales
11. 24: Today
12. Coconut Skins / Blown Feathers


FBBandcamp

Venice & Cécile - Rimmel [Video]


sabato 30 ottobre 2010

Even Dogs Like to Dance - A Selection of 18 Music Tales by Canebagnato Records - 2009

Da poco liberata sulla rete, ecco la compilation della Canebagnato. Un ottimo sampler della buona musica che sanno produrre in questa piccola etichetta milanese; fatta in casa come la torta della nonna. Ottima!























Even Dogs Like to Dance
A Selection of 18 Music Tales by Canebagnato Records
2009
Canebagnato Records

Tracklist:
1. Jean-christophe potvin - Cecile
2. Margareth - Mad man's poem
3. Chance:risiko - Active life
4. Mauve - Song for...
5. Ofeliadorme - 6:17 p.m.
6. Peckinpah - Elle
7. Casita nuestra - How she took that bullet
8. Marvin - Shade of blues
9. Christian alati - What are you doing?
10. Baby blue - Alligator
11. Peter kernel - Smiling
12. Vanvera - Tangly hay
13. Lozninger - Long range strokes
14. Mr.60 - Ga$oline maphia sings
15. Lapingra - Popples
16. Andrea liuzza - Elephant serenade
17. Sparkle in grey - Teacher song
18. Gabriel sternberg - Marlene's dream





FBMyspace

Il pan del diavolo - Pertanto [Video]


da Sono All'Osso

venerdì 29 ottobre 2010

Japanese Gum - End Of Summer E.P. - 2010

Nel giorno stesso della sua uscita vi proponiamo un album che mette una pietra tombale sugli ultimi ricordi della passata estate, per proiettarvi in soffici viaggi onirico-psichedelici (se inizio a scrivere cosi magari mi assumono a Blow Up).
Fortemente consigliato l'uso di stupefacenti prima della fruizione dell'album.
Un sentito grazie ai giapponesi che ci hanno passato una copia sottobanco ben prima dell'uscita. Un grazie anche a Daniele Carretti (Offlaga Disco Pax) e Greta Liscio (Still Leven / Kramers) che arricchiscono la struggente In The Shadow Of A Hood con mellotron e flauto.



















Japanese Gum
End Of Summer E.P.
2010
(Autoprodotto)

Tracklist:
1. Eyes
2. In The Shadow Of A Hood
3. Negative Of Unborn Photographs

RecensioneMyspaceDownload

Le Rose - Non Urlare [Video]



da Le Rose
Myspace

giovedì 28 ottobre 2010

mercoledì 27 ottobre 2010

martedì 26 ottobre 2010

lunedì 25 ottobre 2010

Brioscine riscaldate: Chewing Magnetic Tape

Sia ben chiaro non le brioscine di cartone che ti danno nei bar della stazione. Trattasi piuttosto della treccina scaldata nel fornetto la mattina. Di certo non vi devo dire quanto è buona. I Chewing Magnetic Tape non sono di certo gli utlimi arrivati; hanno un bel pò di album alle spalle e l'ultimo è uscito da poco per la netlabel tedesca Alarmplatten. In free download come i precedenti. Dopo il mea culpa per non averli mai ascoltati abbiamo fatto loro qualche domanda per conoscerli meglio.

Ciao ragazzi raccontateci qualcosa di voi, cosa fate nella vita? Come mai siete sparsi ai tre angoli d'Europa?

Biccio: Siamo tutti e tre di Palermo e abbiamo suonato negli anni Ottanta e fino agli inizi dei Novanta sotto la gloriosa sigla Immagine TV. I casi della vita ci hanno poi portati a vivere in tre città diverse (Palermo, Valencia, Francoforte), cosa che ha provocato inevitabilmente una lunga pausa. I progressi tecnologici degli ultimi anni hanno reso una collaborazione a distanza più fattibile di quanto non fosse negli anni novanta e quindi eccoci da qualche anno riuniti sotto il nome Chewing Magnetic Tape, con l'aggiunta di diversi amici e collaboratori sparsi in vari paesi tipo Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Inghilterra, U.S.A., Norvegia etc.



Ascoltate musica italiana? Comprate dischi? Quali sono gli ultimi tre che avete acquistato?

Biccio: Sì, parecchia anche. Alcuni nomi: Larsen, Ufomammut, Lento, Morkobot, Father Murphy, Jennifer Gentle, Fabio Orsi, Valerio Cosi, Donato Epiro, Gianluca Becuzzi, Be Invisible Now, Mamuthones, Illáchime Quartet, Le Forbici di Manitù, My Cat is an Alien, Zu, Cesare Basile, Marta Collica, Simone Massaron ecc., oltre a cantautori italiani tipo Battisti, De Andrè, Conte, Tenco e anche prog-rock italiano anni '70. Se compriamo dischi? Eccome! Di continuo. Gli ultimi tre comprati: Swans - My Father Will Guide Me up a Rope to the Sky; Hallogallo 2010 (cioè Michael Rother dei Neu! con Steve Shelley dei Sonic Youth) - il 7" Blinkgürtel/Drone Schlager; Emeralds - la ristampa su vinile di What Happened. Ultimo disco italiano comprato: Father Murphy - No Room for the Weak.
Giuvé: Sì, ascolto molta musica italiana, spesso online. Gli ultimi acquisti sono Morkobot (vinile) e Residents (CD), entrambi ai rispettivi concerti. Naturalmente molta musica ce la passiamo tra di noi.
Vicé: Poca ma buona. Non più, mi sono rotto i coglioni di dover prendere l'aereo quando ho voglia di comprare dischi, dall'anno scorso scarico a gogo. Gli ultimi scaricati Soul Coughin,Les Savi Fav e Superfurry Animals.

Cosa racconta la vostra musica? La dimensione di collettivo come nasce e come influenza il vostro sound?

Biccio: Ehm, dovrò pensarci un paio di giorni ;-)
Giuvé: La nostra musica è un fluire continuo di comunicazione reciproca a livello emotivo e sovrarazionale, che racconta tutto quello che non sappiamo, che non capiamo, che nascondiamo o che ci sfugge mentre siamo troppo impegnati a fare le cose giuste. E' la nostra scatola nera, con tutte le risposte. In questo senso il
collettivo amplia il concetto di scatola nera a tutti i passeggeri che vogliono salire a bordo, che il viaggio sia breve o lungo. 
Vicé: Eh?



























Cosa sarebbe di preciso il goatic-rock? Rock per le capre? In che maniera vi definisce?

Biccio: LOL! I tedeschi usano dire ich habe keinen Bock quando non hanno voglia di fare qualcosa. Letteralmente vuol dire "non ho capra" o per essere precisi "non ho caprone". Con amici inglesi usiamo da anni la traduzione inglese di quest'espressione (I have no goat), che chiaramente in inglese non vuol dire niente. quindi nel nostro slang goat sta in generale per tutto quello che esprime voglia di fare qualcosa, entusiasmo etc. E visto che siamo parecchio lunatici e riusciamo a dare il meglio solo quando ci ritroviamo in quel particolare stato d'animo che in inglese chiamiamo to have goat abbiamo deciso di chiamare la nostra musica goatic-rock. Does it make sense to you?  Niente a che vedere con le capre ;-)

Sul sito della net label Alarmplatten ci sono tutti i vostri dischi in free download. Com'è il vostro rapporto con internet? Che ruolo ha nella promozione della vostra musica?

Biccio: Questa risposta mi sa che devo lasciarla a Giuvè, non è cosa mia. Del resto se fosse dipeso solo da me forse su internet non ci saremmo proprio. 
Vicé: E' l'unico modo possibile per continuare a fare musica con Biccio e Giuvè.
Giuvé: Holger Denninger di Alarmplatten ci ha contattati e ci ha chiesto di collaborare con la sua neonata etichetta. E' stato il pretesto per cominciare a costruire una discografia "ufficiale", per uscire dall'oscurità. I nostri dischi sono in free download perché vogliamo che gli ascoltatori più curiosi si avvicinino alla nostra musica senza alcun ostacolo. Così abbiamo già raccolto intorno a noi un manipolo di estimatori sinceri e costruito le premesse per le collaborazioni attuali e future, alcune delle quali faranno voltare più di una testa. Ma in generale siamo restii a pensarci in termini di promozione, preferiamo essere "pescati" dagli ascoltatori più curiosi e tenaci, che per noi è sempre stato il modo più bello di scoprire la musica. Questa realtà, che ha un respiro internazionale, non sarebbe stata possibile senza internet. Eppure internet è stata - ed è ancora in certa misura - l'ostacolo più grande al nostro ménage musicale. Abbiamo dovuto rivoluzionare il nostro modo di fare musica, e non è stato un processo indolore perché siamo sempre stati allergici alla tecnologia. Abbiamo lottato contro la spietata precisione delle macchine come Davide contro Golia. Adesso ci sembra di avere raggiunto un livello decente rispetto alle sfide imposte dalla distanza e dal pragmatismo dei bit. Ci muoviamo con più disinvoltura, e quelli che erano ostacoli si sono trasformati in tratti caratterizzanti del nostro stile.

Chewing Magnetic Tape - Sunset - 2010

Voci sussurrate e melodie accattivanti. Un disco che ti rapisce il cuore e lo butta sotto uno schiacciasassi. E poi ti chiede scusa.























Chewing Magnetic Tape
Sunset
2010
Alarmplatten

Tracklist:
1. Sunset
2. Exalt
3. Lost
4. Psychokoza
5. Suncake
6. Anna Says
7. Zvyky vahania
8. Sweet Goat

MyspaceDownload

domenica 24 ottobre 2010

judA - Malelieve - 2010

Sono molto felice di pubblicare oggi il secondo album dei milanesi judA. Un disco ispirato, schietto e appassionato, che ci riporta, per le atmosfere, ai gloriosi anni della scena indie italiana: Afterhours, Marlene Kuntz e Verdena in primis, ma anche col pensiero rivolto al post-rock dei Mogwai. La voce di Marco Antoci d'Agostino sa trasmettere intensità alle canzoni, esprimendo ora malinconia, ora rabbia, ora nevrosi, attraverso testi estremamente coinvolgenti. Inevitabile, ad esempio, in Lame di sabbia, percepire riferimenti all’alienazione cui costringe la vita moderna con la conseguente necessità di un’evasione, di una liberazione dalle gabbie insostenibili della realtà opprimente. I suoni hanno una struggente evocazione emotiva, con al servizio una carica strumentale non indifferente. Il trio si avvale anche della collaborazione di Laura Spada degli Psychovox in "3C", Xabier Iriondo in "Invasa di umori a distanza", Paolo Fusini degli Spread in "Lame di sabbia" e del pianoforte di Stead (Stefano Antoci D'Agostino) nella toccante "Trema".
“Non ho bisogno di motivi per morire
solo mi basta una ragione per vivere”
(da Lame di sabbia)


judA
Malelieve
2010
il verso del cinghiale records

Tracklist:
1. Lontano dagli occhi
2. Lame di sabbia
3. Il tuo male
4. L'invenzione della verità
5. Trema
6. 3c
7. Invasa da umori a distanza
8. Molestie
9. Uomo di palcia
10. Il giorno più lungo
11. La+Ma

RecensioneMyspaceDownloadBuy it!

Iosonouncane feat. Dino Fumaretto - Torino pausa pranzo [Video]



da La Macarena su Roma

sabato 23 ottobre 2010

Lo Sceriffo Lobo - Mucchi Di Mare - 2010

Tu non uacciuari maiiiiiiiii.
Il miglior album del 2012.






















Lo Sceriffo Lobo
Mucchi Di Mare
2010
Marsiglia Records


Tracklist:
1. Ma Le Piante No
2. Mi Annoio
3. Gioco Ai Videogames
4. Mizzica
5. Al Mare Con Calendula
6. Al Mare Senza Calendula
7. I Pantaloni Umidi
8. Generazione Ipsilon
9. Oppure No
10. Spandy Balla
11. Tu Non Uacciuari Mai

RecensioneMyspaceDownload

Le Luci Della Centrale Elettrica - Cara Catastrofe [Video]


da Per Ora Noi La Chiameremo Felicità

venerdì 22 ottobre 2010

Difondo - Habitat - 2010

Vi troverete catapultati in una sorta di camera a deprivazione sensoriale dove tutto si azzera tranne la sonorità di un mondo surreale fatto di campionamenti sonori e sperimentazioni. Un ambiente ideale per assaporare l'improvvisazione dei Difondo, gruppo italo-francese attivissimo negli ultimi anni. Habitat emerge da due sessioni in improvvisazione registrate nel 2009 e colpisce per la sua capacità di accostare ed evolvere i suoni durante l'ascolto; crea atmosfere a volte inquitanti a volte concilianti. Sicuramente da provare. Cercate di andare oltre il primo impatto con questa particolare sonorità e sicuramente lo apprezzerete.
























Difondo
Habitat
2010
La bèl netlabel

Tracklist:
1. Bioma
2. Cuore Di Tenebra
3. Koto Sun
4. Muta
5. Habitat
6. Senza Ferro
7. Resilienza
8. Addio Mio concubino

MyspaceDownload

judA - Lontano dagli Occhi [Video]


da Malelieve

mercoledì 20 ottobre 2010

What Contemporary Means - Deceive Ep - 2010 [Streaming]

S'è capito che mi piacciono loro, no? Questo qui sotto con la copertina ganza (fatta da Luca Gentile) è l'Ep nuovo. Nuovo tra "virgolette". Non deludono di certo io nostri cari What Contemporary Means. Meno gentili e più cazzuti. Comunque Bellissimo, con la B maiuscola come Batman. Avanti così ragazzi.
























What Contemporary Means
Deceive Ep
2010
(Autoprodotto)

Tracklist:
1. Fickle Dealing (By Means Of Extravaganza)
2. Long For The Quiete
3. Kröger
4. Yeah!








RecensioneMyspace

Mimes of Wine - Julius [Video]


regia di Nunzia Vannuccini

martedì 19 ottobre 2010

lunedì 18 ottobre 2010

Brioscine appena sfornate: The Party Favors

Questa settimana vi portiamo in umbria patria dei norcini, dei tartufi e dei Party Favors. Quattro giovanotti alle prese con il loro primo spettacolare album che ci proponiamo di farvi sentire al più presto. Intanto vi diamo in pasto tre tracce messe in streaming in "esclusiva" per Breakfast Jumpers.

















Ciao ragazzi raccontateci qualcosa di voi, cosa fate nella vita? quando avete cominciato a suonare assieme?

Luca è un libero professionista (ma non troppo), Andrea lavora nel sociale (e lavora davvero), Alessandro è un fonico magazziniere e Francesco uno studente (e studia davvero). Abbiamo iniziato a suonare in tre nei primi mesi del 2008; il quarto elemento si è aggiunto circa un anno dopo.



Com'è il panorama musicale nella vostra Perugia? Leggo che avete suonato spesso in Umbria, com'è la vostra esperienza da questo punto di vista?

In breve: deep south & little mustache....Per esteso: pressochè collinare con massicci sporadici tra cui noi :)
Della zona apprezziamo molto i PCP (Progetto Ciuco Paglia) ma l'impressione generale è che gli addetti ai lavori umbri non siano mai stati in grado di produrre e promuovere prodotti musicali in maniera professionale: la nostra avventura con l'Urban Recording Studio promette comunque molto bene.
La terra che ci ospita offre principalmente due tipi di locali: quelli storici, ormai leggendari, ed i club nati di recente, pensati principalmente per la musica live; abbiamo avuto la fortuna di suonare in entrambi, apprezzando l'atmosfera degli uni e la dotazione tecnica degli altri.

Ascoltate musica italiana? Comprate dischi? Quali sono gli ultimi tre che avete acquistato?

Godiamo con fervore...del panorama musicale indie italiano; un buon disco fatto da connazionali ha senz'altro per noi un valore aggiunto...negli ultimi anni ci hanno quasi fatto commuovere progetti come Giardini di Mirò, Settlefish e Yuppie Flu. In generale ascoltiamo tanto, ma acquistiamo poco...in compenso abbiamo piccoli nasi. Luca compra solo il White Album, Andrea sfinisce dischi originali dei Verdena, Ale non si rifornisce dai
Limp Bizkit (attriti) e Francesco scarica muli.

 

Quali direste essere le vostre "influenze"? Come vi "taggereste"? Cosa racconta la vostra musica?

Le influenze sono tante, milioni di milioni e spaziano dal britpop (Oasis, Blur, The Stone Roses, The Verve) all'indietronica (The Notwist, The Postal Service, Electric President, Styrofoam) passando per vari Friendly Fires, Late of the Pier, Foals, Metronomy, Hercules and Love Affair e tanto passato che non è passato.
Il nostro è un pop-tronico; nelle dieci tracce del disco in uscita viene raccontato un particolare momento di vita, quello tra il vortice dell'incoscienza ed i primi segni della consapevolezza, il tutto a sfondo fortemente autobiografico e condito con la giusta dose di ironia.


Lo studio che ha prodotto il vostro album, l'Urban Studio Recordings di perugia, mi sembra un progetto molto interessante, ci passano molti gruppi? Come avete incrociato le vostre strade? O meglio, come è nato The Last Slice of Cake?

L'Urban Recording Studio è dotato di valide figure professionali e di una strumentazione importante. La clientela si sta notevolmente ampliando nel corso degli anni. Per quanto ci riguarda tutto è nato nell'autunno 2008, durante la registrazione del primo demo “Waiting to spin the bottle”; il lavoro ha positivamente colpito Diego Radicati, presidente dell'Urban, il quale ci ha proposto un rapporto contrattuale volto alla produzione/promozione del primo disco battezzato “The last slice of cake”.

 

Che ruolo pensate possano avere nella promozione dell'album i music-blog o, più in generale, internet?

Internet, i relativi m-blogs e social networks, pur rappresentando un semplice strumento dipendente come tutti gli altri dalle modalità di approccio e dai fini di chi ne fa uso, offre indubbiamente orizzonti innovativi in merito alla diffusione e alla fruizione dei contenuti. In un contesto indipendente, il ruolo di chi propaga la propria musica in rete è senz'altro facilitato dal notevole livello di indicizzazione dei settori specifici afferenti alla cultura di riferimento; la logica dei “tag”, ad esempio, permette di instaurare legami fiduciari tra chi pubblica e chi fruisce. Il nostro obiettivo, in estrema sintesi, è quello di utilizzare questo canale in maniera creativa, per dar vita e mantenere caldi i rapporti aldilà dei limiti fisici.

domenica 17 ottobre 2010

Casa del Mirto - Acafulcro [Ep] - 2010

Marco Ricci alias Casa del Mirto ha appena messo a disposizione un nuovo Ep di B-sides che anticipa il prossimo album in arrivo a dicembre. L'Ep è lievemente diverso dai precedenti lavori: meno elettronica e più chillwave. Dal sito della sua Mashhh! Records (che peraltro produce anche l'altro gruppo in cui suona, i Death by Pleasure) si può scaricare gratuitamente. Way to go!






















Casa del Mirto
Acafulcro [Ep]
2010
Mashhh! Records

Tracklist:
1. Tacos + Taifun
2. Acafulcro

3. Transparent
4. Brother
5. Burning
6. Suddenly Love

MyspaceDownload

Too Young To Love - Frozen Fields [Video]


regia di Francesco Calabrese

sabato 16 ottobre 2010

Miriam In Siberia - Il Suono Del Phon - 2009






















Miriam In Siberia
Il Suono Del Phon
2009

Tracklist:
1. Estate D'Ottobre
2. Il Tuo Buono
3. Non Lo So
4. Soletude
5. Il Suono del Phon
6. Sai Col Se
7. Ape
8. Before The Insane God
9. Affanni

RecensioneFBMyspaceDownload

Deian e Lorsoglabro - Nonostante i Lampioni [Video]





venerdì 15 ottobre 2010

Goodbye Summertime - a Breakfast Jumpers compilation

Non c'è più motivo di intristirsi per il cielo plumbeo, è uscita la prima compilation di The Breakfast Jumpers!! Enjoy!


Goodbye Summertime
a Breakfast Jumpers compilation

Tracklist:
1. I Quartieri - La stanza di Mimì
2. Martino sui Ceppi - Resta con me
3. Art Of Wind - Juipiter's Nocturne
4. Ten Dogs - Girl Who Must Be Loved
5. Curly Like Maria - All mine
6. Young Wrists - Young and Beautiful
7. Malamonroe - Sere d'agosto
8. I Cani - I Pariolini di 18 anni
9. HANK! - In Volo
10. Jules Not Jude - Don't Stop Your Thoughts in a Name
11. Les Mange-Tout - Weak week
12. Iris'Tea - Diffi-Cult
13. Antigone - H.H
14. Welcome Back Sailors - Love's the answer, blame it
15. What Contemporary Means - Lisbon
16. OfeliaDorme - New pieces of science
17. Massimo Saccarola - L'opera al buio


Bandcamp ▼ Download

giovedì 14 ottobre 2010

Dilaila - Amore + Psiche - 2003

Amore e Psiche, primo album dei Dilaila, è un disco in cui la semplicità del pop incontra la raffinatezza del rock melodico inglese, dove la sincerità creativa non scade mai nella banalità, grazie ad un ottimo gusto per il particolare. Un lavoro assolutamente originale nel panorama artistico italiano.



Dilaila
Amore+psiche
2003
Eko Music / Self Distribuzione S.p.A.

Tracklist:
1. Ventidue dicembre
2. Quadro surreale
3. Dolce illusione
4. Pensierozero
5. Un sogno per caso
6. Interiorità
7. Cure a pois
8. Cinque minuti
9. Mali
10. Intermezzo
11. Goodbye
12. Ventitredicembre

RecensioneMyspaceDownload

København store - Deaf [Video]


da Low

mercoledì 13 ottobre 2010

Bialogard - Bialogard EP - 2010 [Streaming]

Bialogard nasce nel 2009 a Milano, come progetto del musicista Fabrizio De Felice. Nei primi pezzi chitarre sovraincise, suoni dilatati, uso massiccio di riverberi e distorsioni “gentili” richiamano alla mente i primordi dell'albionica scuola shoegaze. In seguito alla collaborazione chitarristica tra Fabrizio e il gruppo Fiumi (indie rock band di Milano), nasce l'idea di un nuovo progetto improntato a rimaneggiare le canzoni di Bialogard, che in sala prove assume nuova forma e unisce i gusti di tutti, in una sorta di democraticità sonica. Il suono che ne scaturisce trova le proprie pietre angolari nei primi furori chitarristici di Sonic Youth e Dinosaur Jr, nell'enfasi ritmica di Fugazi, mantenendo, ancora una volta, uno stretto legame con le melodie anglosassoni di Ride e Slowdive. Il primo frutto di tale sforzo si concretizza nell’omonimo EP, in uscita nell’ottobre del 2010, pubblicato per la Northern Star di Londra.



Bialogard
Bialogard EP
2010
Northern Star Records

Tracklist:
1. Untitled
2. So Unclear
3. The Room
4. Glare








MyspaceBuy it!

DEATH IN PLAINs - Whirlwind [Video]


da Mustard Polo Ep

martedì 12 ottobre 2010

lunedì 11 ottobre 2010

Brioscine appena sfornate: Alessandro Ferrais

Questa settimana conosciamo Alessandro Ferrais poeta e cantautore veronese. Ammetto che questa ci è sfuggita un pò di mano come lunghezza ma quando uno ha cose da dire non ha senso dare limiti.

Ciao Alessandro raccontaci un pò di te, da dove vieni? Come sei "nato" musicalmente?

Io sono nato "anagraficamente" a  Verona ma spesso mi chiedo da dove io provenga veramente: infatti avverto di appartenere piuttosto ad una mentalità di luogo e di atmosfere interiori "internazionali". In realtà mi sento di esser stato partorito da un "nulla geografico". Per quanto riguarda la musica credo che sia molteplice la natura del mio incontro con essa. Se dovessi sintetizzare su di un quaderno questo aspetto, scriverei come titolo "Istinto" nel foglio destro e "Urgenza" in quello sinistro. La predisposizione e la necessità di escludermi da un'ambiente (familiare, territoriale, sociale) opposto al mio essere mi ha messo in mano prima una penna e quella penna nel tempo si è trasformata in una chitarra. “ Parlare di una cosa significa mancare il bersaglio”  è un'antica frase che utilizzaro' come sinossi per mia opera di poesie intitolata La Posa del Silenzio che credo uscirà a Dicembre. E' quello che provo a tradurre nelle mie canzoni e spero che si sia in parte percepito nell'album "Tutto Copre la Marea", dove non a caso i testi e la voce sono tenuti ad un volume vicino a quello della musica: questo mi è stato fortemente criticato a livello di produzione... Anzi di autoproduzione.

Com'è il panorama musicale nella tua città? Suoni nei locali? Com'è la tua esperienza da questo punto di vista?

Non ne sono particolarmente interessato anche se ci sono gruppi o artisti validi ed anche conosciuti nel panorama indipendente italiano ed estero: gli Home, i Canadians, Ruben ed altri. Non voglio certo negare l'effervescenza musicale della mia città, dire che ci sono pochi locali dove suonare e che spesso cercano le cover band per attrarre piu' pubblico: sono i soliti discorsi. Io ho suonato sia tramite eventi organizzati dalla mia etichetta ma soprattutto da me medesimo in varie città e in diverse situazioni.La mia esperienza è stata positiva in luoghi apparentemente profani di musica mentre peggiori in ambienti "fatti" per la musica. Il mio punto di vista è sicuramente controcorrente: l'aspetto live per un artista non è la cosa primaria per me. Ho conosciuto la musica di un gruppo tramite l'ascolto del cd. Mi sono perso, esaltato, scomparso nella bellezza della loro musica, non delle loro facce o nella loro immagine. Spesso dopo aver visto il concerto pur nella bravura , nell'eleganza dei suoni dal vivo, nell'energia insomma in un'esecuzione tecnico - emotiva perfetta, mi è sembrato di aver perso comunque qualcosa: la magia di una canzone ascoltata su cd non è per me equiparabile al live.

Ascolti musica italiana? Compri dischi? Quali sono gli ultimi tre che hai acquistato?

Si ma non molta. Comunque gli ultimi tre acquisti sono "Anime Salve" di De Andrè, il concerto con la PFM di De Andrè e  gli Exsplosion in the sky. Ho conosciuto veramente la grandezza di De Andrè da poco e nel periodo perfetto perchè ne potessi cogliere lo splendore. Quando la musica ad un certo punto scompare e diventa un silenzio , allora ho trovato l'eccellenza in un'artista. Non mi sento e non ne sono partecipe della scena attuale indipendente italiana,non mi rappresenta sia cio' che è considerato alternativo o mainstream. "Tutto Copre la Marea" è una sorta di inno all'ignoto e un invito ad arrendersi alle folli logiche di controllo delle dinamiche esistenziali: arresa come accoglienza della varietà dei percorsi di vita e quindi anche capacità di addentrarsi nell'inesplorato. Le canzoni rientrano in questa  ottica ma vivono allo stesso tempo di se stesse grazie alla loro versatilità. 
Apprezzo il fatto che un cantautore esprima ed emozioni con una semplice chitarra come sta accadendo da un po' con l'avvento delle Luci della Centrale Elettrica ma dopo un po' risulta noiso e riduttivo. Per la mia musica non andrebbe bene dato il tipo di suono e di approccio istintivo ed anche questo è un'elemento che attualmente mi pone in difficoltà: il dover reimpostare le canzoni in chiave acustica anche se per assurdo sono nate in quel modo. Sto provando varie soluzioni ma non suonero' mai come un menestrello d'autore. Spero in pochi eventi ma che siano unici almeno per me.


















Il tuo stile è molto curato e definito, quali diresti essere le tue "influenze"? C'è qualche artista che segui e stimi particolarmente?

L'attenzione e la cura per dettagli che purtroppo in questo caso di autoproduzione non si esprimono totalmente come vorrei (e ti ringrazio per averlo notato ), derivano da ascolti di gruppi o artisti quali Deus, Cure, Joy Division, Battiato, Yo la tengo, Mum, David Sylvian e tanti altri come la scena turca con gruppi come Orient Exspression, Mercant Dede. Insomma persone che sperimentano anche nella classicità. Ci tengo a precisare che anche Nick Drake è stato un'artista dallo stile molto curato pur utilizzando solo chitarra e voce: quindi non contano i mille suoni a disposizione ma è solo una cosa simile ad una dimensione spirituale. Stimo chi  possiede questa facoltà anche in un gruppi metal o noise o di altri generi ancor piu' pesanti.

Oltre al musicista fai qualcos'altro per vivere?
Io lavoro in uno studio dentistico come addetto alla comunicazione ossia in segreteria. Il lavoro mi occupa fino alle 19.30/ 20.00 e questo anche proprio in questi giorni mi ha costretto a rifiutare degli inviti per showcase o live in zone troppo lontane e che si svolgevano in giorni lavorativi. Per ora non posso permettermi di prendermi le mezze giornate. E' un'aspetto frustrante ma ora accolgo la realtà come si presenta e vivo nell'attimo. Non nego pero' che la mia nuova visione di non sedermi sul passato o guardare il futuro accecante, si porta ancora come compagno - fantasma un periodo prolungato di abuso alcolico e di psicofarmaci. Anche questa è la realtà.

Il tuo l'album è in free download. Ma... Lo vendi anche ai concerti? Farlo scaricare pensi che ti possa aiutare? Che tipo di visibilità pensi che possano dare alla tua musica internet in generale e i blog come il nostro in particolare?

Si. L'album è in freedowload ma anche in vendita in digitale con distribuzione Zimbalam al prezzo di circa 5 euro. Per chi lo volesse acquistare con copertina il prezzo sarebbe praticamente uguale e basterebbbe mandarmi una mail. Ho scelto queste due soluzioni e un prezzo basso non perchè credo che non abbia valore il mio disco ma per essere coerente con il fatto che sia stato autoprodotto e con cio'  non voglio dire che mi è costata meno fatica. Non ho mai venduto ai concerti ma tramite altri canali ...quasi un porta a porta sia di persona che con facebook ed altri canali : in un mese da solo ho venduto quasi 70 cd ma mi sono esaurito... Stop!
Internet mi ha permesso di ricevere ascolti ed apprezzamenti rilevanti all'estero e questo mi ha fatto piacere e sorpreso. Ovvio che la mia poetica si esprime con testi in italiano ma il suono trascende tale identità e solca i confini territoriali senza problemi. Credo che blog fondati su una vera e reale passione siano già per tale motivazione spazi che offrono un beneficio alla musica. Poi se come in questo caso viene offerto come un dono un' ampio raggio d'ascolto e visibilità ad ogni singolo artista senza buttarlo nella mischia alfabetica e di categoria come accade in altri centinaia di siti, allora qui si parla di un servizio di qualità: meglio dire che una cosa non  piace (come è capitato a tutti) e porre l'attenzione su cio' che chi gestisce il blog ritiene degno di nota. Concludo dicendo che per me la qualità di un servizio non si concilia con una strategia per ottenere qualcosa: prima di tutto "la perla piu' rara" è  fare una cosa senza fini o scopi di alcun tipo.....questa è bellezza!

Alessandro Ferrais - Tutto Copre la Marea - 2010






















Alessandro Ferrais
Tutto Copre la Marea
2010

Tracklist:
1. Intro (Baby piano)
2. Introspecting Song (In streaming)
3. Il pezzo mancante
4. Il mio codice
5. Sospeso (nell'onda)
6. La migliore espressione
7. Tutto copre la marea
8. La nostra foce
9. My code (Instrumental version for european and american side)
10. La casa


Last.fmMyspace

domenica 10 ottobre 2010

Edwood - Godspeed - 2010

All'uscita dell'album degli Intercity mi ero rassegnato, pensavo che non avrei più sentito gli Edwood e avevo i lacrimoni. Per quanto Grand Piano fosse emozionante rimaneva quella difficoltà conservatrice nel vedere le mutazioni dei propri gruppi preferiti. E poi... SBAM! Godspeed. Dal niente. Una perla dietro l'altra. Perfetto.


Edwood
Godspeed
2010
A Cup in the Garden

Tracklist:
1. Meet Someone Else
2. Caravan#1
3. Happy Together
4. Millions
5. Loveless
6. Galaxies
7. The Pianist
8. Crocodiles
9. Miss Sunshine
10. Godspeed

Recensione (AcidiViola) ▲ FBDownload

The Jacqueries - Kitsch [Video]


da Child's Play

sabato 9 ottobre 2010

I Quartieri - Nebulose - 2010

Tanto per confermare che la collana 24 non ne sbaglia un colpo ecco Nebulose, il primo Ep dei romani Quartieri. Sei tracce dolcissime ma non come lo zucchero filato che dopo un pò stufa. Si trovano un posticino nel cervello e lì restano. "...non abbiamo capito mai / com'è che si combatte il tempo / lo scorrere che ci separerà / su due corsie di senso opposto..."

Se avete un blogghettino mettete da qualche parte il player dell'Ep del momento della collana 24; diventate parte anche voi della distribuzione musicale!





















I quartieri
Nebulose
2010
42 Records / 24

Tracklist:
1. Confessioni di un artista di merda
2. La stanza di Mimì
3. Oltre la striscia
4. Nebulose
5. Il primo sole a maggio
6. 2009





RecensioneFBMyspaceDownload

Les Mange-Tout - Les Mange-Tout - 2010 [Streaming]

Le dolcissime Mange-Tout ofrane di etichetta hanno attivato il bandcamp con lo streaming integrale del loro bellissimo nuovo album. Da lì potete anche acquistare l'mp3 per 7€ o la copia fisica per 10€ (+3€ di spedizione). Ricordate che vanno per una buona causa dato che per problemi legati a distribuzione ed etichette le vendite vanno a rilento nonostante sia un album fantastico. Ascoltate. Assaporate. Supportate.























Les Mange-Tout
Les Mange-Tout
2010

Tracklist:
1. Cute Cake
2. Now Serving
3. Sofa Addict
4. Phone Song
5. Drawn Curtains
6. Two Wings & A Red Crown
7. Weak Week
8. Flying Pillows
9. Fastest One Man Band
10. Electric Fly
11. Subway Charm
12. Les Petits Pieds Froids



<a href="http://lesmange-tout.bandcamp.com/album/les-mange-tout">Les mange-tout by les mange-tout</a>


RecensioneMyspaceStreaming+Buy it!

Froben - La Tua Idea [Video]


da Lo Sguardo Del Pazzo

venerdì 8 ottobre 2010

DEATH IN PLAINs - Mustard Polo Ep - 2010 [Streaming]

Enrico Boccioletti con i suoi Damein* erano già sbarcati su questi lidi tempo fa. Ora Enrico sta portando avanti questo side project molto danzereccio e coinvolgente. Questo è l'ultimo lavoro uscito a Luglio. Sul suo bandcamp c'è tutto il resto, pure una cover dei dEUS! Enjoy.




















DEATH IN PLAINs
Mustard Polo Ep
2010
DiscError

Tracklist:
1. Life In The Woods
2. Animals
3. Colourful
4. Whirlwind




<a href="http://deathinplains.bandcamp.com/album/mustard-polo-ep">Mustard Polo EP by DEATH IN PLAINs</a>


RecensioneBandcampMyspace

Casa del Mirto - The Haste [Video]


giovedì 7 ottobre 2010

København Store - Hi - 2010 [Streaming]

Il 22 di Ottobre esce il nuovo album dei København Store, secondo di una sorta di "trilogia" musicale, e ho pensato di rinfrescarvi la memoria. Hi Low You. Una piacevole deviazione. Meno post e più rock. Una criptica dichiarazione d'amore con qualche vena di malinconia. We were used to dream about the things we cared the most / we were used to dream of that together / but now we're strangers...


Questo è quello che vi siete persi (se ve lo siete persi).




















København Store
Hi
2010
42Records

Tracklist:
1. Santa’s Theme
2. Strangers
3. Take Hope
4. Another Same Old Song
5. Penitence
6. Stratford (A Walk Through The Newham)



RecensioneMyspaceBuy it! Soundcloud

Giobia - Old Jim [Video]


da Hard Stories

mercoledì 6 ottobre 2010

VeiveCura - Sic Volvere Parcas - 2010 [Streaming]

Arrivo in ritardo al concerto, come sempre. Mentre pago l'ingresso sento pianoforteggiare in maniera idilliaca e mi dico che sta canzone di Moltheni proprio non la conosco. Infatti. Alla tastiera c'è Davide Iacono alias VeiveCura che, mentre paesaggi video-installati scorrono alle sue spalle, mi trasporta su altri pianeti. Fantastico. Sic Volvere Parcas è il suo primo lavoro. Enjoy!


VeiveCura
Sic Volvere Parcas
2010
Echi Sonori / Musa

Tracklist:
1. I Giorni a Ritroso
2. Piccola Musa
3. I Capelli Raccolti di Annes
4. Volpe
5. Era Ieri
6. Ballerine


RecensioneFBMyspace

Krafwerk - Mini Calculatore [Video]

martedì 5 ottobre 2010

Caccia a Ottobre grosso

E poi non dite che non c'è mai niente da fare!




















 VENERDI' 8, Arci Bellezza
Inizio ore 21:30 - 8 euros + tessera ARCI.
Non Voglio Che Clara * Streaming
Alessandro Fiori * Streaming
Vincenzo Fasano * Post

MERCOLEDI' 13, Rocket
Inizio ora 23 - Ingresso gratuito
Death in plains

VENERDI' 22, Ligera 
Inizio ore 22 - 5 euros
Jules Not jude
New Candys
Distanti * Post

GIOVEDI' 28, Cox18
Inizio ore 21:30 - 5 euros
Iori's Eyes * Streaming
Heike has The Giggles
Cut

Deian e Lorsoglabro - S/T - 2009

Nel 2009 Deian è salito sul palco del Traffic Free Festival per aprire il concerto torinese di Nick Cave & The Bad Seeds. Le sue composizioni, lontane dallo stile cantautorale italiano, esplorano un mondo interiore fatto di visioni oniriche, sensazioni ed esperienze, filtrate da una sensibilità fuori dal comune ed enfatizzate o mascherate dall’orchestrazione di una vera e propria moltitudine di strumenti. L’arrangiamento musicale è molto vario e trasversale, tanto che Deian, coniando un nuovo aggettivo, parla direttamente di musica “orsoglabrica”. Le canzoni di Deian, del resto, vivono in simbiosi con la Torino a basso costo delle cene a casa tra studenti, degli spostamenti in bicicletta e in metropolitana, delle serate tra San Salvario e la zona di Palazzo Nuovo. Non sono testi di protesta, semmai di disagio e ironia, gaffe e disincanto. Un pugno di canzoni storte, fuori ordinanza, in circolazione per la città più grazie a internet e al passaparola di amici e curiosi... Perfetto per l'autunno alle porte (ma anche ad autunno inoltrato).



Deian e Lorsoglabro
S/T
2009
Musicalista

Tracklist:
1. Che ci vuoi fare?
2. L'occhio più grande che ho
3. Danno permanente
4. Lei non sa chi sono io
5. Big bang
6. Nonostante i lampioni
7. Medio
8. Una bella novità
9. Il poema del becchino
10. Paura
11. I am the tonno
12. Un giorno d'inverno

RecensioneMyspaceBuy it!

Il Cielo Di Bagdad - Sunday Afternoon [Video]




da Export for Malinconique
Myspace

lunedì 4 ottobre 2010

Brioscine appena sfornate: Io Ho Sempre Voglia

Questa settimana facciamo quattro chiacchere con gli Io Ho Sempre Voglia, o meglio con il loro batterista Onny. Sono dei giovanotti molto attivi, hanno già alle spalle le semifinali per SanremoLAB 2008, il palco del MEI di Faenza nel 2009 e quest'anno la traccia numero dodici del loro album, SONO, è stata inserita nella playlist del programma DEMO L'acchiappatalenti di Radiorai Uno. Mica male, vero?


















Ciao Onny, raccontaci... Com'è la vita musicale nella vostra Città/Provincia? Dove suonano i gruppi? Localini, garage, cantine...?

Ciao Davide, la vita musicale qui da noi (Monopoli, BA) è molto difficile, vista la totale mancanza di posti dove esibirsi e soprattutto la penuria di sale prove, o "cantine" che non abbiano annesso qualche vicino che (per carità!) deve riposare! E non è retorica dire che le autorità se ne fregano! (testimone una multa di più di 1500€ gravata sulle nostre teste anni fa!!).


Come nascete musicalmente? A chi vi ispirate? Ascoltate musica italiana?

Nasciamo come gruppo punk, passando per il cantautorale e arrivando a questa specie di pop :) Ascoltiamo tutti e quattro musica differente, e forse gli unici artisti che ci mettono d'accordo sono Beatles e Radiohead, per quanto riguarda l'italiano si và da Battisti a Battiato ai Marta sui Tubi, il prog dei 70, un pò di glam rock, new wave e blues, un bel calderone!


Comprate dischi? Quali sono gli ultimi che avete acquistato?

Compriamo dischi e godiamo nell'ascoltarli! Il mio ultimo acquisto (Onny, batteria e cori) è stato il doppio LP 'Third' dei Soft Machine, Silvio (basso) 'Bleach' e 'Unplugged' dei Nirvana. Vittorio (voce, chitarra): Paolo Benvegnù - 'Le Labbra', Bloody Beetroots - 'Romborama', Polysics - "We ate the machine" e Morrissey - 'Swords'. Di Carletto (chitarra, synth e cori) non mi è giunta notizia! :D


Suonate nei locali? com'è la vostra esperienza da questo punto di vista?

Suoniamo parecchio nel nord barese e in generale in tutta la Puglia, ma dal prossimo anno tenteremo il salto, alla conquista dell'Italia! (ahahah). Esperienza per il momento positiva, dal vivo i brani si animano di quella primordiale componente punk a cui non riusciamo a rinunciare. Ultima news è la creazione di una specie di musical-documentario che proiettiamo durante i nostri live. (Qui sotto).





Oltre ai musicisti cosa fate per mettere il pane in tavola?

E' un annetto che ci dedichiamo totalmente a questo! E' il nostro lavoro per il momento!


Che aiuto e che tipo di visibilità pensate che possano darvi i music-blog come il nostro o, più in generale, internet?

Beh sicuramente una gran mano la danno! Anche se la musica vera (per fortuna) è ancora sui palchi! E' sicuramente il FUTURO!


Quano esce l'album? avete un'etichetta? qualcuno che ha dimostrato interessamento? (domande retoriche)

L'album è uscito in edizione "privata" l'1 Giugno 2010, etichette siamo in cerca e interessati? ..vedremo! Vi rimandiamo a giudizio :P

Io Ho Sempre Voglia - Iohosemprevoglia - 2010 [Streaming]





















Iohosemprevoglia
Iohosemprevoglia
2010
(Autoprodotto)

Tracklist:
1. Voglia
2. Ruvida
3. E no!
4. Lei
5. Io
6. Assurdo
7. Guai e stile
8. L'autostrada
9. Non c'è verità
10. Meglio di me
11. Autodistensione
12. Sono
13. Capita








FBMyspace

domenica 3 ottobre 2010

Violent Breakfast / Laghetto - Split 7'' - 2005

Inutile raccontare a parole la potenza di questa combo, se non l'avete mai fatto dovete ascoltarli... fino in fondo. Le tracce dei laghetto sono fuse in una. Inoltre se volete farvi decine di risate potete sentire tutti gli spezzoni dell'intervista MusicaDroga, qui. E ricordate che a Livorno viene anche obsolata la parola musica. Enjoy!





















Violent Breakfast / Laghetto

Split 7"
2005

Tracklist:
1. Violent Breakfast - Ricordi
2. Violent Breakfast - It Was An Apple
3. Laghetto - Canzone Per Antonio Massa
4. Laghetto - Musicadroga

Myspace (Violent Breakfast) ▼ Myspace (Laghetto) ▼ Buy it!

Fluxus - Nessuno Si Accorge Di Niente [Video]


da Fluxus
regia di Luca Pastore

sabato 2 ottobre 2010

L'uomo di Vetro - A Merry Christmas - 2006

Un buon natale. Un augurio sardonico a vedere la catasta di regali semidistrutti in copertina. Eppure questo è un diamante oltre ogni caratura. Un lavoro pulito e coinvolgente. A trovarci una pecca direi che la prima traccia, Ausgang Berlin, è troppo bella e adombra le successive.
Loro sono L'Uomo di Vetro band post-rock umbra attiva dal 2004 che da poco ha pubblicato il suo secondo album intitolato "38° Parallelo" lavoro di cui, se siete stati attenti, avete sentito la magistrale Germania Anno Zero e Smog nei video postati poco tempo fa. Rimediate! Invece di comprarvi l'ultimo Lp di Nino D'Angelo investite 10 Euros in questo fantastico progetto. Enjoy!





















L'uomo di Vetro

A Merry Christmas
2006
(Autoprodotto)

Tracklist:
1. Ausgang Berlin (In streaming)
2. Onoff
3. Weekend
4. 28
5. Dictators
6. Manipur
7. Untitled
8. The moment you know you can't be silent








RecensioneMyspaceDownload

Casa del Mirto - The Sun [Video]