mercoledì 30 aprile 2014

Dinosauri - Aloha - 2014 [Streaming]

I Dinosauri sono un trio campano di provenienza ma balearico nel sound di cui abbiamo già parlato in occasione dei loro bellissimi video pubblicati in precedenza (che potete vedere qui e qui). La band ha ora raccolto i singoli pubblicati negli ultimi mesi in Aloha, cinque brani di pop leggero, malinconico e danzereccio. Il desiderio di una spiaggia tropicale ti rantola nella pancia nei quindici minuti in cui ascolti il disco e per protrarre la bella illusione basta semplicemente cliccare di nuovo play.


Dinosauri
Aloha
2014
Bulbart

Tracklist:
1. Eppure noi (Non ci siamo mai estinti)
2. Uno splendido disastro
3. #Treverticale
4. Vita (L. Dalla / G. Morandi)
5. Acapulco



Sito ufficialeFBSoundcloud

martedì 29 aprile 2014

Lucertulas - The Sailor


The Sailor è tratta dal nuovo album dei violentissimi veneziani Lucertolas, Anatomyak, uscito or ora per Macina Dischi e RobotRadio Records. Il disco è stampato in cd ma anche in una versione vinile limitata e particolarissima: cinquecento copie con cover in lastra di alluminio anodizzato di 12/10 di spessore punzonata a mano, duecento delle quali conterranno il classico vinile nero mentre le altre trecento avranno il vinile colorato ciano e nero. Il disco lo scarichi gratis qui e il vinile figo lo compri qui.


Sito ufficialeFB ◄
► BandcampSoundcloud

I Missili - A Bastonate [Video]

A Bastonate è il primo video e singolo estratto da Le Vitamine, album d'esordio della band abruzzese I Missili, in uscita il 12 maggio per V4V-Records. Non perdetevi il release party il 24 Maggio al Beat Cafè Live di San Salvo Marina (CH).



AboutFBBandcamp ◄

lunedì 28 aprile 2014

La Piramide di Sangue - Jetem


Il nuovo disco de La Piramide di Sangue si intitola Sette ed esce il 30 Aprile per Boring Machines e Sound of Cobra, ve lo introduciamo con l'pnotica Jetem ma potete già ascoltarvi l'intero disco dal bandcamp di Boring Machines dove trovate anche il pre-order dello psichedelicissimo vinile.



Boring MachinesBandcamp

Dinosauri - #Treverticale [Video]

I Dinosauri sono l'accattivante progetto danzereccio di Nicholas Mottola Jacobsen e Luca Buscema de Il Cielo di Bagdad e Lorenzo Sglavo degli Iris’tea, la band ha chiesto l'aiuto ai suoi fan per girare il video di #Treverticale usando spezzoni dei cento video migliori che hanno partecipato alla loro campagna su Twitter. E questo è il bellissimo risultato.



Sito ufficialeFBYouTube

domenica 27 aprile 2014

Amore e Odio, 30 Aprile e 1 Maggio @ Csa Next Emerson (FI)

La stagione degli amori si celebra con un festivalone al Csa Next Emerson di Firenze, due giorni di musica incredibile con i Delta Sleep, New Adventures in Lo-Fi, Topsy the Great, Lili Refrain, Marnero e tanti altri! Per mercoledì 30 Aprile e giovedì 1 Maggio non prendete impegni, venite qui a farvi sanguinare le orecchie.


Mercoledì 30 Aprile
Llegri, Random'n'Roll
Helka Wu?

Giovedì 1 Maggio
Robanera, Essere HC
Spettro, Rauchers

Neverland Festival, 26 Aprile / 3 Maggio @ Latteria Artigianale Molloy (BS) / Bloom, Mezzago (MB)

Il Neverland Festival si propone anche quest'anno come la festa del lavoro che non c'è con sedici gruppi e quattro palchi in due diverse location. Il festival quest'anno si moltiplica e, cogliendo l'occasione delle due feste ravvicinate del 25 Aprile e del 1 Maggio, vi propone due giornate di musica sabato 26 Aprile e sabato 3 Maggio rispettivamente alla Latteria Artigianale Molloy di Brescia e al Bloom di Mezzago. La lista incredibile dei gruppi coinvolti la trovate qui sotto!


Sabato 26 Aprile
CCCP 30 di Ortodossia
Maria Antonietta
Dino Fumaretto
Losburla, Marydolls
Joan Thiele, Davide Viviani
A new step back

Sabato 3 Maggio
Bloom, Mezzago (MB)
Giorgio Canali & Rossofuoco
Virginiana Miller, Bologna Violenta
Spartiti 
(Jukka Reverberi / Max Collini)
Bettibarsantini 
(Alessandro Fiori / Marco Parente)
Numero 6, Le Gros Ballon
Psychovox


► Evento FB ◄

sabato 26 aprile 2014

Mainstreaming 2.0: Mary in June + Lantern + Urali, 26 Aprile @ Fusolab 2.0, Roma

Nuovo appuntamento musicale il 26 Aprile al Fusolab 2.0 di Roma con Mainstreaming 2.0, stavolta ad alternarsi sul palco Mary in June, Lantern e Urali per una serata tutta da urlare. L’ingresso per l’occasione sarà a sottoscrizione di 5 euro, e verrà totalmente devoluto a sostegno delle spese per la decima stagione webradiofonica di Fusoradio.


Line up:
Mary in June
Lantern
Urali

Fusolab 2.0Fusoradio
Evento FB

Se Ti Diverti Sei Uno Stronzo, 25 e 26 Aprile @ Mamamu Bar / George Best (NA)

Se Ti Diverti Sei Uno Stronzo torna anche quest'anno a farvi sentire degli stronzi con due serate carichissime di musica. Il 25 Aprile al Mamamu Bar e il 26 Aprile al George Best Music & Football salgono sul palco L'AmoKairoCalcuttaThe Culture WarsAudrey, quei fighi dei Delta Sleep, i torinesi New Adventures in Lo-Fi, l'elettropazzia di ConradLa Via Degli Astronauti e altri ancora! "Barcellona è ok, ma non è Napoli".


25 Aprile

26 Aprile

venerdì 25 aprile 2014

25 Aprile

Oggi ricordatevi che giorno è oggi.


Liberazione ◄

giovedì 24 aprile 2014

Revelse - For us, there is only the trying. The rest is not our business - 2014

For us, there is only the trying. The rest is not our business è la musica che ti accompagna in un prato dopo la pioggia o su una spiaggia d'inverno. Le note dilatate, i piccoli loop e campionamenti sono i minuscoli tasselli di questo nuovo album dei pugliesi Revelse, una vera meraviglia. 


Revelse
For us, there is only the trying. The rest is not our business
2014

Tracklist:
1. Telegrandma
2. Waterland
3. Sally Says Goodbye
4. However Good I Translate Sorrow, It Always Loses Its Meaning
5. Mastering Loneliness
6. Little Sunday Man


FBYouTubeBandcamp

mercoledì 23 aprile 2014

BeMyDelay - Company Divine - 2014 [Streaming]

BeMyDelay e la Kitchen Leg Records, etichetta canadese italiana con sede a Berlino, ci regalano una tape gioiellino dal titolo Company Divine. Versione nastro di canzoni registrate nell'estate del 2011 presso "cripta 747", artspace sotterraneo ubicato sotto la Galleria Umberto I di Torino, composto di archi e colonne che agevolano e quindi potenziano l'effetto riverbero. Riflessione sonora sul tema della devozione condensata in cinque brani partoriti nel corso di  due giorni di votata improvvisazione in compagnia di Rob Maggioni e Rella the Woodcutter. Psichedelia impregnata di un "neopaganesimo" intimo, placidamente consegnato agli echi, ai loop e agli effetti delay congeniti allo stile della Riccardi. Nightfall, ultima traccia dell'album, è una meravigliosa cover degli The Icrendible String Band, band folk psichedelica del '66. La tape è uscita in edizione limitata, solo 75 copie handmade, tutto ritagliato e amorevolmente incollato, una delizia. Qui sotto lo streaming.


BeMyDelay
Company Divine
2014
Kitchen Leg Records

Tracklist:
1. Dive Within
2. Reliever
3. Morning After Night
4. The secret sharer
5. Night Fall


Sito ufficialeFB
SoundcloudBandcamp ◄

martedì 22 aprile 2014

Flowers and Paraffin - Supplica


Prodotto da La Fine e Kasataié Records, Caduta è il nuovo Ep dei Flowers and Paraffin, cinque ragazzotti provenienti dalla provincia di Avellino il cui parlato sommesso e sound monocorde poi esplode nelle vostre orecchie lasciando un cratere incolmabile, il disco ve lo scaricate tutto dal loro bandcamp, qui sotto intanto ascoltatevi Supplica, la prima traccia dell'Ep.

"...Chiara, rivoglio le tue cosce stanche! e le battaglie,
le armi bianche, e le formiche strette in mano.
Non è colpa mia se siamo buoni a niente,
se quel che ci diciamo lo useranno contro noi."



FB ▼ SoundcloudBandcamp

Psalm'n'Locker @ Trok! [Video]

Psalm'n'Locker è un progetto scovato grazie alla programmazione del festival Thalassa di Roma di quest'anno. Non conoscendo ho dato il via ad una specie di ricerca, ecco il risultato. Progetto piuttosto recente del torinese Gherardo della Croce (How much wood would a woodchuck chuck if a woodchuck could chuck wood?, Blind Beast e uno dei curatori del programma radio su Radio Banda Larga dal nome La dèlirante, stesso nome di un luogo senza dimora in cui convergono realtà di ricerca sonora e di cui credo della Croce sia collaboratore o fondatore.) Il video qui sotto è la prova dell'esistenza fisica e sonora di Psalm'n'Locker, 27 minuti di totale perdizione nei pertugi del loop. Fuori da qualsiasi definizione, il progetto è devoto ad una fruizione del suono acusmatica in cui la fonte sonora è dispersiva e allo stesso tempo concreta. L'ascolto diviene esperienza espansa sensoriale quasi immobilizzante, per la serie non si può far altro che ascoltare. È come se si assistesse ad un'esplosione nell'aria di mille particelle, simile all'effetto dei pollini primaverili o a quello delle lucine un po' psichedeliche che si vedono dopo essere stati al buio, oppure ad occhi chiusi. Sparatevi questo video in solitudine da qualche parte... scegliete voi dove, a casa, sotto l'ombra di un albero per i tipi bucolici, sotto l'ombra di un ponte per i tipi  postmoderni, l'importante è che siate soli a perdervi.


FBTrok! ▲ URSSS.com

domenica 20 aprile 2014

Pasquetta Poplab, 21 Aprile @ Sudestudio, Guagnano (LE)

Pasquetta Poplab unisce musica e relax in un piccolo festival a Guagnano, in provincia di Lecce dove Go Dugong, Boxerin Club, Spread Your Legs, Dj Toyboy e Ninos Du Brasil animeranno la giornata dalle 14 fino a notte fonda!


Line up:
Go Dugong
Boxerin Club
Spread Your Legs
Dj Toyboy
Ninos Du Brasil

sabato 19 aprile 2014

La Svolta II Compilation - A volte ritornano

Il 19 Aprile al Circolo Arci Svolta di Rozzano (MI) si ripeterà un festival incredibile, La Svolta II, questa volta con un'altra valanga di gruppi da tutta Italia. Dai Riviera agli Action Dead Mouse, dai New Adventures in Lo-Fi ai Kairo, dai Lantern ai Valerian Swing, dai Labradors a Vonneumann, il tutto condito da due headliner inglesi: Her Name Is Calla e Johnny Foreigner. Per tutto questo ben di dio dovete ringraziare Tourette Booking, Fallo Dischi, To Lose La Track, Vavavuma Press, V4V Records, Flying Kids Records e Stordisco. E come poteva mancare una nostra bella compilation/sampler? Scaricate a manetta!


La Svolta II Compilation
A volte ritornano

Tracklist:
1. Johnny Foreigner - Le Sigh
2. New Adventures in Lo-Fi - Naked
3. Valerian Swing - Pleng
4. Lantern - L'invincibile S50
5. Action Dead Mouse - E' una lampadina rossa
6. Riviera - Diego Armando Ultramaradona
7. Labradors - Punch
8. Kairo - ...E una promessa
9. Her name is Calla - Roots run deep
10. Vounnemann - Napqueen



Evento FBBandcamp
Download

La Svolta II, 19 Aprile @ Arci Svolta (MI)

A volte ritornano. L'Arci Svolta torna a dare spettacolo con una serata piena di grupponi, distro, cibo e birra. La Svolta II vi porta gruppi da mezza Italia e due headliner dall'Inghiltrerra, voi portatevi la tessera dell'Arci e dieci sacchi. Ad organizzare questo bellissimo macello ci sono Tourette Booking, To Lose La Track, V4V Records, Fallo Dischi, Flying Kids Records e Stordisco. I gruppi che faranno il detto macello saranno invece Kairo, New Adventures in Lo-Fi, Lantern, Labradors, Vonneumann, Action Dead Mouse, Riviera, Valerian Swing, Her name is Calla e Johnny Foreigner. La compilation/sampler con tutti i gruppi per prepararti psicologicamente alla seratona la scarichi qui!


Dalle 17:00 in avanti sul palco
Kairo (Napoli)
Lantern (Rimini) Labradors (Cantù)
Vonneumann (Roma)
Riviera (Forlì) Valerian Swing (Correggio) 

► Arci Svolta ▼ Evento FB ◄
Compilation

venerdì 18 aprile 2014

NicE - 7 unreleased songs - 2014 [Streaming]

Non so molto di questa, queste, o questi NicE, e la My Own Private Records, etichetta romana della Borgata Boredom, è cosi tanto privata da non rilasciare alcuna  informazione. Il progetto mi è garbato dopo aver ascoltato tutto d'un fiato 7 unreleased songs. Ammetto che la traccia two in cui vengono pronunciate queste parole "I never know when I'm happy" mi ha proprio fulminata… Poi ci sarebbe anche la four, non capisco bene cosa dica ma non importa, è ganza. I due brani sono i più lunghi dell'intero album che scivola via veloce su sonorità post punk synth, adorabili effetti echo e adorabili delay in stile d.i.y. della Borgata Roma Est. Tutto impregnato di odore di amore, fumo, alcool e umido delle stanze del  Fanfulla di Roma che mai deve morire. Impossibile non spendere due ultime parole sullo stile grafico dell'etichetta, il design è curato dall'artista Luisa Gardini. Ascoltate, qui sotto lo streaming!!!


NicE
7 unreleased songs
2014
MyOwnPrivateRecords

Tracklist:
1. one
2. two
3. three
4. four 
5. five
6. six
7. seven



FB ▲ Bandcamp ◄

giovedì 17 aprile 2014

Pocket Chestnut - Big Sky, Empty Road - 2014 [Streaming]

Se fai lunghi viaggi in macchina o nella tua testa, hai trovato il sound che fa per te. Big Sky, Empty Road è il secondo album dei Pocket Chestnut, come sempre rigorosamente autoprodotto, e contiene dieci bellissime canzoni folk che vi trasporteranno su lunghe strade in mezzo a distese sconfinate di mais, a voi basta tirare già il finestrino e cacciare fuori la testa.



Pocket Chestnut
Big Sky, Empty Road
2014

Tracklist:
1. Spread My Love
2. The Castaway
3. Never Again
4. Now
5. Got My Smartphone Working
6. Mirror, Mirror
7. Leave & Love
8. Morning
9. Cold Night
10. Almost The End


FBBandcamp ◄

mercoledì 16 aprile 2014

Gouton Rouge - Carne - 2014

Carne è l'esordio dei lombardi Gouton Rouge, uscito per 3SX Netlabel e V4V Records. Un concentrato di energia fresca in venti minuti e otto canzoni che vi scaricate qui. Gli ingredienti ci sono tutti: quattro ventenni, la provincia, il sangue e la carne. A proposito di carne, qui c'è il video di Attratti con delle tette di fuori.


Gouton Rouge
Carne
2014
3SX Netlabel / V4V Records

Tracklist:
1. Attratti
2. Immobile
3. Sbiadire
4. Discese
5. Lamette
6. Vicoli
7. Everest
8. Ancora


FBBandcamp

martedì 15 aprile 2014

Panda Kid - Summetry [Video]

Panda Kid è un producer vicentino che frulla mille generi per un meraviglioso risultato lo-fi, come quando da bambino registravo su musicassetta direttamente dalle casse della tv. Ma meglio. Il suo nuovo album si intitola Summetry, è uscito in Italia per Mia Cameretta Records e in america per Already Dead Tapes in un'edizione limitata in vinile color crema, così bello che mi fa venire fame. Clicca play e sotterra i tuoi pensieri. Anzi, pensiery.



Sito ufficialeFB ◄
Soundcloud ▼ Bandcamp ◄

Delawater - Far from cartoons


Stamattina i Delawater sequestrano il telecomando e vi mettono davanti ai cartoni animati, come ai vecchi tempi. Non scappate, perché dopo lo spaesamento iniziale non è difficile farsi prendere dal ritmo colorato di Far from cartoons, prima traccia di Open book at page eleven. Vi sentite più cani parlanti, uccellini infami o gatti ambiziosi?



FBTWSoundCloud ◄
BandcampYouTube ◄

lunedì 14 aprile 2014

Brioscine appena sfornate: Rev Rev Rev

"Quando facciamo musica, più che un significato in senso razionale, cerchiamo sempre di trasmettere un certo tipo di stato d'animo. Ho in mente una sorta di stato meditativo, senza con questo riferirmi ad alcun tipo di esperienza religiosa o mistica, ma semplicemente ad un livello di coscienza diverso da quello della veglia, nello stesso modo in cui la veglia è diversa dal sonno."

Le Brioscine di questo Lunedì vedono protagonisti i Rev Rev Rev, gruppo Shoegaze di Modena composto da Laura Iacuzio (voce, chitarra), Sebastian Lugli (chitarra), Matteo Penta (basso) e Greta Benatti (batteria). Ho posto loro un po' di domande alle quali Laura e Sebastian hanno gentilmente risposto, dando vita e forma all'intervista che segue. Buona lettura!


Rev Rev Rev: rev-erbero, oppure "rêve" che in Francese significa "sogno", parola con cui, chissà, può esserci un collegamento... A cosa allude il vostro nome?
Esatto, azzeccati due rev! Atmosfere oniriche rovesciate e riverberate. Inoltre la frase "Rev rev rev" in Inglese suonerebbe un po' come “Vai, dai gas!”, e anche questo ci sembrava appropriato per descrivere alcune caratteristiche dei nostri brani.

Come ha inizio la vostra avventura -sia individuale che a livello di gruppo- nel mondo della Musica?
Individualmente solite cose, c'è sempre qualcuno che ha cominciato col Punk e qualcuno col Grunge, comunque con le cover. Come band abbiamo iniziato nel 2011 partendo subito a lavorare intorno ad alcune idee forti: un'idea di suono, ma anche un'idea di come organizzare la promozione in modo indipendente. Il suono è lo Shoegaze della prima ondata, che nella scena italiana sembrava completamente assente. È' vero che diverse band attuali dicono di rifarsi a questo genere, ma spesso la sperimentazione sonica delle origini viene abbandonata a favore di astuzie Pop o sentimentalismi Post Rock.


Tramite quale "modus operandi" nascono le canzoni dei Rev Rev Rev? Vengono prima le melodie o le parole?
Partiamo sempre dalla musica, che per noi è l'elemento preponderante. Questo non significa che il testo non venga curato, ma semplicemente che usiamo la voce come uno strumento tra gli altri, senza gerarchie, e che le parole non hanno lo scopo di raccontare storie con un inizio e una fine, ma piuttosto di completare le suggestioni della musica, lasciando comunque aperto il dialogo con l'immaginazione di chi ascolta.

Da cosa vi lasciate maggiormente influenzare nella composizione di un brano?
Quando facciamo musica, più che un significato in senso razionale, cerchiamo sempre di trasmettere un certo tipo di stato d'animo. Ho in mente una sorta di stato meditativo, senza con questo riferirmi ad alcun tipo di esperienza religiosa o mistica, ma semplicemente ad un livello di coscienza diverso da quello della veglia, nello stesso modo in cui la veglia è diversa dal sonno. Penso allo stato del Kief di cui parlava Baudelaire, ad esempio, uno stato mentale di estrema quiete in cui le contraddizioni del pensiero (o come dicono nel pensiero indiano, le perturbazioni di Chitta) siano risolte. Forse non è possibile raggiungere una condizione simile solo ascoltando un brano musicale, ma ci piace seguire questa suggestione e noi stessi quando suoniamo tendiamo a lasciarci ipnotizzare dalla musica più che non a scatenarci sul palco.


L'esperienza live all'estero ha arricchito sia voi che la vostra Musica? In che modo?
Sicuramente è stato un buon allenamento il fatto di trovarsi a gestire, in modo del tutto autonomo, tutti gli aspetti di un tour con i vari problemi che si possono presentare; è importante essere preparati a cercare sempre un modo per risolvere la situazione. Poi ha rafforzato in noi la consapevolezza di fare parte di questa comunità, quella di chi fa musica indipendente, che non ha confini nazionali ed è sempre pronta all'aiuto reciproco. Le altre band con cui abbiamo suonato, i gestori dei locali, i promoter, le persone del pubblico ci hanno supportato in tutti i modi che potevano, e lo stesso faremo noi quando ne avremo occasione.

Ho letto che il duo italiano M+A salirà sul palco di Glastonbury. A quale grande festival vi piacerebbe poter suonare?
Sicuramente la prima che ci viene in mente è la Austin Psych Fest, che è il non-plus-ultra della Psichedelia. E a livello europeo sicuramente il Primavera Sound. Oh, poi ci accontentiamo anche di suonare alla Paris Psych Fest se capita, eh... Che si sappia!


I pilastri della Musica secondo i Rev Rev Rev.
13th Floor Elevator
e tutta la Psichedelia anni 60, i Velvet Underground che l'hanno sovvertita trasformandola in qualcosa di oscuro e ossessivo, ma anche l'approccio alla musica di uno come Brian Eno è stato determinante per aprire il campo a un certo tipo di ricerca sonora...così come la rivoluzione punk (e chi l'ha anticipata) che ha fatto spazio alle nuove sperimentazioni Post-Punk, da cui poi nasce tutto il discorso della Neo-Psichedelia e dello Shoegaze.


E i vostri ascolti preferiti?
Ci vengono in mente Jesus and Mary Chain, My Bloody Valentine, Spacemen 3, Loop, Brian Jonestown Massacre, Dinosaur Jr., Sonic Youth, Pixies, ma anche cose contemporanee come A Place to Bury Strangers, Dead Skeletons, Ringo Deathstarr, Asalto al Parque Zoologico, Wooden Shjips.

Fate Musica: per voi stessi in primis, oppure per gli altri?
In un certo senso ti abbiamo già risposto... Quando suoniamo dal vivo, che è forse il momento più importante e sacro, noi e chi ci ascolta abbiamo parte alla stessa esperienza, quindi potremmo dire entrambi.

Sabato 19 Aprile suonerete al Circolo Arci Garibaldi di Pistoia. Gli appuntamenti che seguono quali sono?
Il 23 aprile suoniamo al Circolo Hemingway di Latina con i Luminance Ratio, il 24 a Napoli al George Best dove ci saranno anche ospiti a sorpresa, il 25 a Tivoli al Dissesto, il 26 al Supersonic di Foligno.

FBBandcampSoundcloud

domenica 13 aprile 2014

Spring Cult, 19 Aprile @ Csa Baraonda, Segrate (MI)

Grande festa di primavera il prossimo Sabato 19 Aprile al Csa Baraonda di Segrate. Spring Cult celebra l'inizio della primavera come abitudine dei bei tempi andati e all'interno dell'evento saranno presenti si dal pomeriggio artigiani, etichette e produttori e la sera numero progetti musicali. Quindi post-rock, elettronica, workshop e mercatini tutto in un'unica densa giornata.
Dalle 22.30 Otolab presenterà Megatsunami: live performance realizzata con Lumanoise (strumenti autocostruiti), luci stroboscopiche, laser e luci fredde poi gli Above the Tree & Drum ensemble du beat presenteranno il nuovo album Cave_Man e dopo ancora i Kubark e i Temple of Dust


Otolab // Megatsunami
8 Bit session: Kenobit Vs Pablito el Drito

sabato 12 aprile 2014

Johnny Mox - We​=​Trouble - 2012

Gospel noise punk. E già godo. Signore e signori, Johnny Mox è il fantastico progetto del trentino Gianluca Taraborelli, ex Nurse! Nurse! Nurse!, che vi farà saltare le cervella mentre vi culla con la voce e vi stritola i timpani tra loop suoni ed escalation di grida d'aiuto. We​=​Trouble vi creerà certamente problemi di dipendenza perché una volta infilatisi in questo tunnel sonoro non si vede luce in fondo. (Maggio 2012)


Johnny Mox
We​=​Trouble
2012
Whosbrain Records / Musica per Organi Caldi 

Tracklist:
1. We=Trouble
2. Oh Reverend
3. All We ever wanted was Everything
4. Steady diet of Loathing
5. VHS Vampire
6. For President
7. Wallgaze Sermon
8. Benghazi


Sito Ufficiale ▼ FBBandcamp

venerdì 11 aprile 2014

This is NOT a Love Song - Comp. 03 - 2014

Come un fulmine a ciel sereno ecco la terza compilation TINAILS, il progetto che unisce musica e illustrazione con delle meravigliose cassettine piene di cover fighissime di band italiane fighissime prodotte da To Lose La Track e delle incredibili canzoni d'amore illustrate in una musicassetta di carta piegata a organetto realizzata da New Monkey Press Records. Questa terza compilation batte tutti i records, c'è Caso che fa una cover di Elvis, ma che vi devo dire di più!? Ci sono anche altri gruppi che amo tantissimo come i toscani Klam, quei pazzi dei Cayman the Animal, Conrad, Edible Woman e mille ancora. Scarica a manetta, link in fondo.


This is NOT a Love Song
Comp. 03
2014
To Lose la Track / New Monkey

Tracklist:
1. Cosmo - Venus In Furs (Velvet Underground)
2. MiceCars - The End Of The World (Skeeter Davis)
3. Lone Horn - Thirteen (Big Star)
4. Caso - Are You Lonesome Tonight (Elvis Presley)
5. Mamavegas - Dark Globe (Syd Barrett)
6. Klam - My Girlfriend's Dead (Vandals)
7. We Are Us - Washer (Slint)
8. Cayman the Animal - Total eclipse of the heart (Bonnie Tyler)
9. Montana - Siamese Twins (Cure)
10. La Via degli Astronauti - D (Codeine)
11. Allan Glass - Love buzz (Nirvana)
12. New Adventures in Lo-Fi - Instant Street (dEUS)
13. Edible Woman - Wear your love like heaven (Donovan)
14. Conrad - Don't Cry (Guns'n roses)


Sito ufficialeBandcamp ◄
Buy it! (Illustrazioni) ▲ Buy it! (MC) ◄

giovedì 10 aprile 2014

Kairo - 13 - 2014

Mario, Daniele e Alessandro sono i Kairo e 13 è il loro primo album, l'hanno registrato tra Settembre e Ottobre 2012 e poi se lo sono covato per bene fino al 24 Febbraio scorso quando è uscito per Fallo Dischi, La Fine e Upwind produzioni, nove brani per disperarsi e urlare. Estate già era uscita come singolo (o come lo vuoi chiamare) mesi fa e l'ho ascoltata ossessivamente decine di volte, beh il disco fa assolutamente lo stesso effetto. Bomba. Ascoltalo qui sotto e scarica a manetta.


Kairo
13
2014
Fallo Dischi / La Fine / Upwind

Tracklist:
1. Estate
2. Samurai
3. Caracolla
4. Vestiti
5. Medusa
6. 13
7. Tempesta
8. Una vecchia lettera...
9. ...e una promessa


FB ▲ BandcampDownload

mercoledì 9 aprile 2014

Abiku - Qui Non Succede Mai Niente / Amarsi un Po' [Video]

Qui Non Succede Mai Niente è un interessante progetto dei grossetani Abiku che si propongono di fare un video-tour della maremma una cover alla volta, la band vuole così omaggiare i capolavori della musica italiana assieme ai meravigliosi paesaggi della maremma. Gli Abiku hanno cominciato con la cover di Grande Grande Grande girando un video al bastione Maiano, sulle mura medicee di Grosseto, Il Cielo In Una Stanza è ambientata nel deserto Bagno Tre Stelle a Marina di Grosseto mentre le rovine dell'Eremo di San Bruzio hanno fatto da suggestiva scenografia per la cover di Francesco De Gregori, Pezzi di Vetro.
Per il quarto appuntamento con  Qui Non Succede Mai Niente gli Abiku hanno lanciato la melodia del classico battistiano in volo sulla laguna di Orbetello sfruttando la magnifica vista che si gode appena fuori dal convento dei Frati Passionisti.



FB ▲ BandcampYouTube

Dropeners - The Hill


A volte capita di sentirsi minuscoli e di voler cambiare qualcosa. Fin quando si tratta di vestiti, luoghi o idee, okay, è quasi facile, ma se ciò che si vuole cambiare è il proprio destino? La prima cosa da fare è stendersi di sbieco sulla prima superficie utile, la seconda è ascoltare The Hill dall'album neonato In The Middle e lasciar disegnare i dettagli ai Dropeners. E cominciare a sentirsi un po' meno piccoli.


Sito ufficialeFBTW
YouTubeBandcamp

martedì 8 aprile 2014

Shiva Bakta - Dog


Non potevo scegliere diversamente, Dog è il terzo brano contenuto in Third, terzo album (anche se il primo album ufficiale) di Shiva Bakta uscito per Gente Bella lo scorso 19 Marzo. Il tre torna in tutte le forme in questo strano ed eterogeneo disco dove ogni brano è una scoperta e ri-scoperta del folk e del pop. La lunga lavorazione del disco, cominciata nel 2010, non ha tolto freschezza a questa particolare uscita, summa teologica del santissimo Śiva. Ascoltate e illuminatevi.



Sito ufficialeFB ◄
Soundcloud ◄

The Gentlemen's Agreement - Dire... Direttore [Video]

Dire... Direttore è il primo singolo tratto da Apocalypse Town dei campani The Gentlemen's Agreement. Il terzo album della band uscirà domani, 9 Aprile, per Subacava Sonora e sarà un concept album sulla vita in fabbrica e su un operaio senza nome. La band, cercando un'alternativa alla classica produzione discografica, ha riscoperto il baratto: tutto comincia dal Sudestudio di Campi (LE) di Stefano Manca dove la band ha offerto la propria manodopera nella costruzione di una delle sale di ripresa dello studio in cambio di un mese di registrazione. E non finisce qui! Cercavano una sala prove e l'anno trovata in un Lanificio del '500 a Napoli in cambio della totale gestione del club il Lanificio25 e così via... Pulitevi il grasso dalle mani sulla vostra salopette da meccanico e addentate qui sotto il sudore della fronte dei The Gentlemen's Agreement.



FB ◄

lunedì 7 aprile 2014

Brioscine appena sfornate: Werner

Lo scorso 17 Febbraio è uscito il nuovo album dei pistoiesi Werner, visto che la band mi continua a regalare meravigliose sorprese sia su disco che live non ho potuto rimandare oltre un piccolo tête-à-tête nel nostro cucinino. Qui sotto ci siamo fatti raccontare origini ed evoluzioni della famiglia Werner. Buona lettura.

Cominciamo con la presentazione del gruppo (ma movimentiamo le cose): ciascuno introduca gli altri due. Come vi siete conosciuti?
Stefano: Diciamo che Carlo Venturini (Ka Mate Ka OraWhite Birch Records) è stata la persona che ha contribuito alla nascita dei Werner. Essendo Carlo il maestro di tennis di Elettra quando mi ha parlanto di quel suo corso con allievi così strambi io mi sono incuriosito e sono andato a vedere. Tra questi c'era anche Elettra con quel suo diritto che tutt'oggi è da rivedere e lavorarci su. L'anno seguente sono diventato io il suo maestro di tennis ed è stata l'occasione per condividere le nostre idee musicali e da lì il passo è stato breve; avevo dei brani nuovi che non "suonavano Ka Mate" e decisi di provare a ri-arrangiarli con lei al piano. Tutti e due concordi che con un violoncello sarebbe stata la ciliegina sulla torta provammo a chiedere a Alessia se era interessata al nostro progetto e lei per fortuna nostra rispose subito di sì! L'intesa nel suonare insieme si creò subito grazie all'apertura mentale/musicale di Alessia nel suonare questo tipo di strumento.


Elettra: Ho conosciuto Stefano tramite suo fratello Carlo che era il mio maestro di tennis! Mi ha parlato dei Ka Mate Ka Ora e pian piano è nata la voglia con Stefano di fare qualcosa di diverso insieme dato che anche io ho un progetto parallelo di musica classica... Alessia invece l'abbiamo cercata appositamente per il progetto Werner, scoperta per caso ed è stata la scoperta del secolo, almeno per noi!
Alessia: E' successo tutto lentamente e in un modo abbastanza strano. Sono stata contattata da Stefano che conoscevo solo di vista e un po' grazie a qualche concerto dei Ka Mate Ka Ora. Mi spiegò il progetto ed io non ci pensai molto, dissi subito di sì. Gli eventi hanno cercato di remarci contro. Dovetti rimandare più volte il nostro incontro, addirittura per un incidente stradale (Ebbene sì, un vecchietto mi mise sotto sulle strisce!) ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Siamo entrati subito in sintonia, Elettra e Stefano avevano già gran parte dei pezzi ma mi hanno accolta e inserita come se fossi sempre stata li. Sin dalla prima prova nel salotto di Elettra sapevo di aver trovato finalmente le persone giuste e ne sono ancora pienamente convinta.


Il sound dei Werner. Partiamo dal vostro primo lavoro Oil Tries to be Water. Ho letto un paio di recensioni che vi intimavano ad "osare" di più. Voi credete di esservi trattenuti? L'idea iniziale che ruota attorno al vostro sound da dove viene? Cosa volevate trasmettere?
Stefano: Il nostro primo progetto nasce con idee chiarissime, volevamo comporre musica per una formazione come la nostra, un pianoforte, una chitarra e un violoncello, crediamo di esserci riusciti al primo colpo! Il secondo disco prevede la stessa identica formazione ma qui, abbiamo usato di più, nel senso che usiamo, non osiamo, più strumenti... Armoniche e percussioni e "usiamo" anche altri musicisti: Lorenzo Cappelli, Chiara Remorini e Mirko Maddaleno per esempio! Il discorso dell'osare di più andrebbe chiesto a chi ha pensato questa cosa, noi non ne capiamo il senso (detto con assoluta tranquillità :).


In che maniera è diverso Down Below on Your Own? C'è un filo conduttore legato alla dedica del disco? Le canzoni convergono su un'unica narrativa?
Stefano: La dedica per Lara è la dedica che spontaneamente ci è venuta, non potevamo farne un'altra ma non è il filo conduttore del disco, c'è un pezzo che porta il suo nome e la sua presenza ci ha accompagnati durante la nascita di questo disco, la sua presenza era tangibile perché il violoncello che suona Alessia era il suo. L'immagine è il filo conduttore che lega con Oil Tries to be Water, cerchiamo di cantare, suonare, respirare immagini, siamo immaginifici.


Mi sembra che le collaborazioni più che necessarie siano una maniera per condividere il progetto con persone a voi legate, quanto si allarga la famiglia Werner nella produzione di un disco?
Stefano: "Condividere " è un verbo bellissimo, condividere cose belle come la nascita e la lavorazione di un disco è altrettanto bello, fortunatamente tra i musicisti, c'è ancora chi la pensa come noi e quando abbiamo chiesto , tutti hanno risposto sì, con l'entusiasmo che contraddistingue chi la musica la fa perché la ama da chi la fa per chissà quale assurdo motivo... Nei live cerchiamo sempre di condividere i nostri brani con chi ci ha partecipato o chi comunque ci ha aiutato nella sua realizzazione. Werner è una famiglia che si sta allargando; per esempio nel nostro ultimo live alla batteria ci ha accompagnato Ilaria Castellano, nonchè sorella batterista di Alessia!!



Questa, credo, è solo per Alessia, a.k.a. Cuor di Cane. C'è infinita cura nei disegni e nelle edizioni speciali, come si intrecciano musica, artwork e packaging?
Alessia: E' un intreccio spontaneo. Le idee per gli artwork e le edizioni limitate derivano da un profondo ascolto della musica e sopratutto delle diverse idee che abbiamo all'interno del gruppo. Cerco sempre di trovare un filo conduttore tra musica e immagine, che leghi le diverse suggestioni che io, Stefano ed Elettra, abbiamo incontrato prima e durante la lavorazione del disco. Il tutto si conclude con le edizioni limitate realizzate a mano. Sono il modo più bello per rendere realmente vivo e unico il nostro lavoro.


Cuoredicane si è occupata anche delle ultime release della White Birch Records, anche per il futuro c'è in progetto di legare il sound che voi seguite come etichetta ad un certo stile di disegni ed immagini?
Carlo: Cuore Di Cane si è occupata di quasi tutte le grafiche delle nostre produzioni che, a dire il vero, non sono molte e in futuro saranno forse ancora meno. Piuttosto che fare tanto per fare preferiamo non fare. L’idea di avere un’estetica che accomuni i progetti supportati da White Birch è un elemento che riteniamo importantissimo; è qualcosa che attiene all'identità del progetto White Birch e se si perde l’identità si è persi. Allo stesso tempo credo anche che nessuno possa permettersi di imporre nulla alle band, che hanno il diritto e il dovere di far emergere la propria visione con tutti i mezzi disponibili. Quindi, da parte nostra non ci sarà nessun vincolo, continuerà come è stato fino ad adesso: chi sarà convinto del lavoro di Cuore Di Cane potrà “approfittarne”, chi non si sentirà rappresentato sceglierà altro. E ci mancherebbe altro, mi viene da aggiungere!

Werner - Oil tries to be water - 2012 [Streaming]

Il ventinove Aprile uscirà per White Birch Records un disco di rara bellezza. Oil Tries to be water è il debutto dei Werner, trio pistoiese di musica intima dove Stefano Venturini (già nei Ka Mate Ka Ora) canta e suona la chitarra, Elettra Capecchi suona il piano e Alessia Castellano il violoncello. Le dieci tracce del disco sono estreamamente evocative, vanno a scavare nei tuoi anfratti più reconditi per riportare a galla la più ampia varietà di scheletri. Il disco si apre con Walzer for Annie, canzone più che mai cinematica, una sorta di walzer un poco funereo ma nel senso buono. Se esiste. O forse nel senso romantico del termine. Se, pure lui, esiste. "You are the thief of my time, and I am in a free fall / You are waiting behind and I feel alone". Come una dolce e triste storia di due anime così vicine eppure in due universi differenti che guardano la stessa luna e scordano per un istante che uno dei due è per sempre defunto. E dopo questa siete già poltiglia. E io magari mi faccio vedere da un bravo analista. Il disco, però, continua su questa linea e non delude. Mai. Blue Sea of Runa è un'altra di quelle che ti spezzano dentro. "There are two birds, too many guns to fly away from this tiny place". E così Russian Sky o Why didn't you. Insomma tutte. La verità è che pianoforte e violoncello ti parlano ad un livello differente come strumenti, questo aggiunto ad un songwriting efficace come quello dei Werner non poteva che dare un risultato superlativo. Non ve li perdete!


Werner
Oil tries to be water
2012
White Birch Records

Tracklist:
1. Valzer for Annie
2. Your Essence
3. Homesleeping
4. Blue sea of Runa
5. Russian Sky
6. Brown Eyes
7. Why Didn't You
8. Erick
9. The Dawning
10. His Beautiful Rooster


FBBandcamp

I Hope It Shines On Me - a tribute to Codeine

Mi pare più che mai adatto che sia la White Birch Records ad architettare un tributo ai Codeine, gruppo epocale fondatore dello slow-core. Il tributo vede l'etichetta unire le forze con il portale Storidsco e la riminese Stop! Records per raccogliere e promuovere tredici versioni, a volte riverenti a volte personali, di tredici canzoni dei Codeine. I gruppi coinvolti sono Ka Mate Ka Ora, Walking the Cow, Baby Blue, Werner, Shelly Johnson Broke My Heart, Verily So, Gentless 3... Provenienti da generi simili seppur differenti a dare l'apporto di personalità e il numero adatto di sfaccettature che doveva avere un diamante come questo. Non prendetelo come un disco di cover, è qualcosa di più, l'omaggio di persone che amano un gruppo e un genere alla follia. Ottimi tutti gli artisti. Bellissima l'intepretazione degli Shelly Johnson Broke My Heart e menzione d'onore ai Crimen che hanno reso la mia canzone preferita un capolavoro nel capolavoro e ai Werner che continuano a stupirmi ogni cosa facciano.


I Hope It Shines On Me
a tribute to Codeine
2012
White Birch Records / Stordisco / Stop! Records

Tracklist:
1. Ka mate ka ora - Cave in
2. Walking the cow - Pea
3. Crimen - D
4. Gentless 3 - Loss leader
5. Werner - Broken hearted wine
6. Baby blue - Castle
7. Idle god - Cigarette machine
8. Shelly johnson broke my heart - New year's
9. Old boy feat. The last hour - Pickup song
10. The marigold - Gravel bed
11. Verily so - 3 angels
12. Derma - Second chance
13. In a sleeping mood - Vacancy


Download

domenica 6 aprile 2014

Pending Lips Festival @ Il Maglio, Sesto San giovanni (MI)

Si conclude il prossimo 7 Aprile la fase eliminatoria del contest del Pending Lips Festival, l'ultima serata vedrà altre sei band, Voodoo Weedow, Lights in the Distance, Silence, Exile & Cunning, Gran Rivera, Les Fleurs des Maladives e Excusers, darsi battaglia per guadagnarsi l'accesso alle serate di semifinale del 14 e 28 Aprile e 5 Maggio. 
Ogni precedente serata eliminatoria ha visto passare tre band: Giorgieness con 40 voti (+ 30 voti della giuria tecnica), Soviet Malpensa con 40 voti e Neshamà con 33 voti sono i nomi della prima serata. Nella seconda serata sono passati i Synesthesia con 93 voti, Le Oscure Armate Meccaniche con 39 voti (+ 30 voti della giuria) e i Polarbeers con 49 voti. nella terza serata sono passati I Semi D'Ortica con 116 voti, March Division con 25 voti (+ 30 voti dalla giuria) e Mamaonga con 40 voti. Mentre nella quarta serata sono passati i Rumor con 39 voti (+ 30 della giuria), Elton Novara con 29 voti e Reimuda con 28 voti.
Il primo ambitissimo premio è la possibilità di esibirsi al Carroponte il 5 Giugno in apertura ai Cloud Nothing, mica cazzi. Attendiamo gli esiti di quest'ultima serata di eliminatorie per partire con il totoband.



Il MaglioCostello's
Pending Lips

sabato 5 aprile 2014

Thegiornalisti - Canzoni fuori - 2012 [Streaming]

Tra variazioni a sorpresa, esasperazione intermittente e un chissenefrega di fondo, i Thegiornalisti (sì, tuttoattaccato) vi fanno ciao con la manina dalla Capitale e si presentano in poco più di tre minuti per poi parlare e schitarrare di Relazioni impossibili. Chi non ne ha mai avuta una? Rispolverate il vostro motore alla testa senza troppe tragedie, la giornata è appena cominciata.


Thegiornalisti
Canzoni fuori
2012

Tracklist:
1. I (The)giornalisti
2. Relazioni impossibili


Sito ufficialeFBTW
SoundcloudBandcamp

venerdì 4 aprile 2014

Adriano Orrù - Palimpsest


Strati di suoni su strati di suoni, esattamente come un palinsesto. Ma musicale. Così si intitola il nuovo lavoro di Adriano Orrù, Palimpsest, uscito a Marzo per l'etichetta di Chicago Pan y Rosas. L'artista sardo si dedica in questo disco al basso elettrico sovraincidendo e sperimentando con i suoni assieme a Paulo Chagas, Silvia Corda e Mauro Sambo. Il risultato è meraviglioso. Vi presentiamo qui sotto la traccia che dà il nome al disco con Sambo alla campana tibetana, al gong e alle percussioni e Orrù, come anticipato, al basso.



Sito ufficiale ◄
Soundcloud ▼ Download

Nicolas J. Roncea - Mary J. [Video]

Mary J. è la sesta anteprima dal nuovo album di Nicolas J. Roncea, Eight, diviso in tre parti. A maggio uscirà la prima parte di questo ambizioso progetto, i brani saranno scaricabili gratuitamente ma anche pubblicati in formato cd da W//M e Goat Man Records. Alla fine di tutto il percorso sarà pubblicato un vinile con i migliori dieci brani scelti dagli ascoltatori.



Sito ufficialeYoutube
FBTW

giovedì 3 aprile 2014

Father Murphy - Pain is on Our Side Now - 2014 [Streaming]

Il reverendo è tornato a predicare con due release a poca distanza una dall'altra. La più recente è un vinile serigrafato su un lato e inciso sull'altro con una traccia unica di 10'10" composta per e abbinata ad un book illustrato da Veronica Azzinari. Diciotto incisioni ispirate a "Chymische Hochzeit Christiani Rosencreutz Anno 1459" ovvero uno dei manifesti rosacrociani nonché mistico romanzo che si sviluppa in sette giorni e ruota attorno a nozze alchemiche e sentieri multipli. Il vinile è uscito il 20 Marzo per CORPOC e Terracava in una edizione limitata di 200 copie. L'autrice ha concepito l'opera indissolubilmente connessa alla componente grafica e quindi, giustamente, non è fruibile separatamente. Quindi sucate, dovete comprarvelo. Qui.


L'altra release dei Father Murphy si intitola invece Pain is on Our Side Now ed è uscita a Gennaio per l'americana Aagoo Records e la nostrana Boring Machines. A Marzo, invece, No=Fi Recordings ha realizzato una doppia musicassetta che dovete vederla qui perché è troppo figa. Il disco è composto di quattro cerimoniosi brani che dilatano il tempo e lo spazio di quei venti minuti scarsi che nella realtà durano. L'ascolto ottimale è raggiunto con la riproduzione simultanea dei due vinili (o delle due musicassette) andando a sovrapporre Let the wrong rise with you con They will all fail you e Bones got dry con Despite all the grief. Qui, invece, sotto lo streaming per i comuni mortali.


Father Murphy
Pain is on our Side now
2014
Aagoo / Boring Machines / No=Fi Recordings

Tracklist:
1. Let the wrong rise with you
2. Bones got dry
3. They will all fail you
4. Despite all the grief


Sito ufficialeBandcamp ◄
Buy it! (LP) ▲ Buy it! (MC)◄

mercoledì 2 aprile 2014

Zu - Goodnight, civilization


Dopo uno iato di tre anni tornano gli Zu con un nuovo Ep e un nuovo batterista, Gabe Serbian dei californiani The Locust. L'Ep in uscita l'8 Aprile per La Tempesta International si intitolerà Goodnight, civilization e conterrà due inediti e una cover dei The Residents. Ospite illustre è Mark “Barney” Greenway, voce dei Napalm Death
Mentre aspettiamo l'annuncio delle prime date live eccovi la prima omonima traccia dell'Ep.



FB ▲ TWPre-order

L'Inverno Della Civetta - Territori Del Nord Ovest


L'Inverno Della Civetta è il nome di un interessante progetto collettivo nato in seno al Greenfog Recording Studio di Genova in collaborazione con DreaminGorilla Records e Taxi Driver Records. I dieci brani di questo primo volume raccolgono voci, chitarre, bassi e batterie da vari gruppi genovesi e liguri con l'intento di sperimentare e creare nuovi intrecci musicali. Qui sotto ci ascoltiamo la prima traccia del disco che coinvolge Stefano Parodi ex Vanessa Van Basten e ora nei Mope, Fabio Cuomo (Eremite / Mope), Mattia Cominotto (Od Fulmine / Meganoidi) e Giacomo Boeddu degli Isaak. Una vera chicca.


Bandcamp ◄